CONVENZIONI CITYLIFE CARD SCOPRI LE PROPOSTE DEL MESE

Kizette di Beatrice Garofoli
lunedì 20 febbraio 2017

La moda che non spreca ed è ecosostenibile

bio cotoni

 

Kizette è il brand per la donna che vive oggi ma pensa al domani, che s’immerge nella metropoli per combattere la quotidianità, ma si preoccupa del futuro e lo dimostra. Anzi, lo ostenta con i suoi outfit, con gli accessori e i gioielli.

 

L’idea di una moda sostenibile è di Beatrice che, con la sua anima poliedrica e la sua passione per la vita, ha deciso di creare indumenti completamente biologici. “La maggior parte dei tessuti sono biologici e provengono da America e Germania – spiega Beatrice – così come anche le stampe e tutti hanno la certificazione GOTS”.

 

Il Global Organic Textile Standard (GOTS) è lo standard più elevato al mondo per le fibre biologiche e tiene conto anche di criteri ecologici e sociali. Consiste in un sistema di certificazione indipendente dell’intera filiera di produzione tessile nata con l’obiettivo di definire requisiti riconosciuti a livello globale, che assicurino il carattere biologico del settore tessile, dalla raccolta della materia prima, alla produzione effettuata in modo socialmente responsabile fino all’etichettatura, così da assicurare credibilità e fiducia al consumatore finale. “Gli altri tessuti che non hanno questa assicurazione – sottolinea Beatrice – sono comunque certificati di ALTA QUALITA’, cioè hanno normative più stringenti e sono controllati dall’inizio della filiera fino alla fine”.

 

L’idea che c’è alla base della moda di Kizette è realizzare vestiti belli, alla moda, divertenti, eleganti, ma che abbiano come principio di base il non-spreco. Ecco perché quello che non viene acquistato specificamente proviene da stock di produzioni, rimasugli di lavorazioni che verrebbero buttatiti via e che, invece, nella mani di Beatrice diventano bracciali, collane, spillone per le maglie.

 

Per quanto riguarda la produzione, la parte di disegno e modellistica lo realizza lei mentre se si tratta di produzioni un po’ più grosse, Beatrice si fa aiutare da una cooperativa sociale di Torino.  “Quello che c’è di divertente nel mio lavoro – sottolinea Kizette – è che non ho collezioni o prodotto in serie. C’è sempre qualcosa di nuovo realizzato con tessuti diversi, adatti a tutte le vestibilità o disegnati secondo le richieste della cliente”.

 

Kizette ha anche sdoganato il ricamo, che non è una prerogativa solo dei grandi marchi o delle produzioni super costose, ma può essere alla moda, green e sportivo anche per chi non veste le firme dell’alta moda. “Stanno andando molto di moda le felpe e le Tshirt che compro da una casa danese e che io ricamo a mano con pailletes e pizzi”.

 



Vai all'archivio

Tu e il quartiere dove abiti
vi conoscete?

Ti facciamo conoscere
la tua zona per viverla meglio!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Hai già richiesto
la City Life card?

Con la Tessera Sconti Citylife
potrai usufruire di
TANTISSIMI SCONTI
negli esercizi convenzionati.
Cosa aspetti?
Richiedila ora gratuitamente!